TECNICHE DI EDITORIA (CON WORKSHOP)

Crediti: 
12
Settore scientifico disciplinare: 
ARCHIVISTICA, BIBLIOGRAFIA E BIBLIOTECONOMIA (M-STO/08)
Anno accademico di offerta: 
2017/2018
Semestre dell'insegnamento: 
Secondo Semestre
Lingua di insegnamento: 

ITALIANO

Obiettivi formativi

La finalità del corso è di dotare gli studenti delle competenze e degli strumenti critici e operativi per orientarsi nel mondo dell’editoria libraria di oggi. La prima parte del corso sarà dedicata alla conoscenza del libro come prodotto culturale, fisico, industriale, commerciale.
I fondamenti su cui si basa la moderna editoria libraria saranno descritti seguendo operativamente le fasi in cui si articola la creazione di un libro, dall’inserimento nel programma editoriale della casa editrice alla realizzazione del volume finito.
Questo lavoro sul processo editoriale sarà inquadrato da un sintetico panorama storico, oggetto della seconda parte del corso, dedicata alla trasformazione dell’oggetto libro nel tempo; le “tre storie” del libro (il libro manoscritto, il libro stampato, il libro elettronico) saranno esaminate come un flusso coerente e continuo di un medesimo processo: la trasformazione dei contenuti in prodotto editoriale.

Prerequisiti

Nessuno in particolare, se non un interesse per i libri e una conoscenza, anche sommaria, del panorama editoriale italiano.

Contenuti dell'insegnamento

Il corso si articola in due unità, seguite da workshop inerenti ai temi trattati nella prima unità.
A - L’editoria dei libri
B - Lineamenti di storia delle tecniche di stampa e dell’industria editoriale

A - L’editoria dei libri

La prima sezione del corso è rivolta alla conoscenza del libro contemporaneo come prodotto culturale, industriale, commerciale.
L’articolazione di questa sezione seguirà puntualmente il processo di creazione e produzione del libro, dall’inserimento nel programma editoriale all’acquisizione dei contenuti autoriali, al publishing, alla produzione industriale del volume, agli aspetti economici dell’attività editoriale, fino a giungere alla commercializzazione sul mercato del libro finito. Concluderà questa unità uno sguardo d’insieme all’organizzazione odierna delle case editrici e ai mestieri che entrano in gioco nell’editoria libraria.

Programma di massima:

1- Il libro e l’editoria:
Il libro - Oggetto fisico e contenuti: Pensare, acquisire, realizzare libri.
L’editoria - L’industria che elabora i contenuti e li trasforma in libri.
2- La macchina editoriale (I): acquisizione dei contenuti/progettazione di collane e titoli
3- La macchina editoriale (II): il publishing, la trasformazione dei contenuti in libri pubblicabili
4- Tecnologia e produzione fisica del libro: “prestampa” e stampa delle copia
5- Il mercato interno: vendere il prodotto sul mercato italiano.
6- Il mercato internazionale: “coeditare” libri italiani all’estero.
7- Il conto economico del libro: modello e funzionamento.
8- L’organizzazione delle imprese editoriali: chi lavora nei libri.

B - Lineamenti di storia delle tecniche di stampa e dell’industria editoriale

La seconda unità del corso traccerà per grandi linee una storia del libro, della stampa e dell’editoria nelle sue tre fasi:
- Il libro manoscritto (dalle origini all’invenzione della stampa a caratteri mobili)
- Il libro stampato (dall’invenzione di Gutenberg al XX secolo).
- Il libro oggi, tra cartaceo e digitale

Della prima fase, quella del libro manoscritto, si darà una rassegna sommaria, finalizzata a descrivere il panorama dell’editoria europea nell’epoca immediatamente precedente all’invenzione della stampa a caratteri mobili.
Alla seconda fase, la storia della stampa moderna, sarà dedicata la maggior parte delle lezioni.
La terza fase, quella del libro elettronico, ancora in divenire, sarà delineata nei suoi aspetti concettuali, economici e tecnologici anche in riferimento all’impatto che essi hanno avuto nella produzione del libro “tradizionale” cartaceo.

Programma di massima:

1 - Prima del libro stampato: libro manoscritto e nuove esigenze di diffusione della cultura.
2 - Nasce la stampa: l’invenzione di Gutenberg e l’età degli incunaboli.
3 - Il Cinquecento: la diffusione in Europa del nuovo mezzo tecnologico di produzione e l’affermazione delle prime imprese editoriali.
4 - Il Seicento: il panorama delle editorie nazionali e lo spostamento dell’editoria nel nord Europa; il Settecento, fino all’invenzione della litografia (1796).
5 - Dal caso “Encyclopedie” alla seconda metà dell’Ottocento: mutamenti tecnologici, industrializzazione sistematica e nuovi modelli distributivi.
6- Dalla seconda metà dell’Ottocento alla prima metà del Novecento: la moderna impresa editoriale.
7 - Il Novecento (II): le rivoluzioni tecnologiche e i mutamenti dei paradigmi: dalla tecnologia del piombo al desktop publishing al libro elettronico. Uno sguardo all’editoria italiana dall’Unità a oggi.

Bibliografia

Per l’unità 1:
Dispensa dell’unità 1 del corso, a cura del docente.
AaVv, Piccolo dizionario dell’editoria, Milano, Modern Publishing House, 2008.

Per l’unità 2:
Dispensa dell’unità 2 del corso, a cura del docente.
Ferrari, G.A., Libro, Torino, Bollati Boringhieri, 2014, pp.61-208.
Cadioli A., Vigini, G., Storia dell'editoria italiana dall'Unità ad oggi. Un profilo introduttivo, Milano, Editrice Bibliografica, 2013.

Per i workshop:
Materiali e suggerimenti di lettura e approfondimento saranno segnalati nel corso degli incontri.

Per chi volesse approfondire gli scenari futuri del libro un’utile lettura è:
Gazoia, A, Come finisce il libro, Roma, minimum fax, 2014

Le dispense delle Unità 1 e 2 saranno disponibili in copisterie vicine alla sede universitaria. Altri materiali relativi all’unità 1 saranno distribuiti nel corso delle lezioni e resi disponibili sul sito del Corso.

Metodi didattici

L'insegnamento è costituito da lezioni frontali ciascuna supportata da una specifica proiezione di slide in Power Point; saranno presentati in aula esempi di volumi relativi alle diverse tipologie editoriali; nel corso delle lezioni della prima unità saranno esaminate otto case history, storie editoriali di successo o comunque significative dell'argomento trattato.

Modalità verifica apprendimento

L'esame è orale e verificherà la competenza dei canditati sui temi trattati nelle due sezioni del corso.

Altre informazioni

C – Workshop:
1: Costruire un catalogo di mostra d’arte.
2: Il marketing operativo dei libri.
3: L’editoria d’arte.

Il corso di “Tecniche di editoria” sarà affiancato da tre workshop mirati ad approfondire specifici aspetti del mestiere editoriale, in stretta relazione con le finalità del corso di laurea in Comunicazione e media contemporanei per le industrie creative.
Questi workshop avranno un impianto estremamente operativo, fornendo l’occasione di vedere messi in pratica i principi teorici e i concetti illustrati nelle sezioni A e B del corso principale.

1: Costruire un catalogo di mostra.
Il workshop permetterà agli studenti di seguire il processo di realizzazione di un catalogo di mostra esattamente come lo si realizza all’interno di una casa editrice, partendo dal rapporto con la committenza (cho organizza l’esposizione) fino alla pubblicazione e alla vendita.

2: Il marketing operativo dei libri.
Tradizionalmente il marketing editoriale si distingue in due ambiti: quello “strategico” e quello “operativo”. Il workshop concentrerà l’attenzione sui meccanismi del marketing operativo, finalizzato principalmente all’analisi dei numeri (monitoraggio del magazzini, flussi di vendita, previsioni di ristampe..).

3: L’editoria d’arte.
Un terzo workshop presenterà le diverse articolazioni di un ambito specifico dell’editoria, quello dedicato all’arte, nelle sue varie forme: saggistica, cataloghi di esposizioni, libri per bookshop museali, guide artistiche, libri didattici per bambini a tema artistico.

Il corso e i workshop saranno integrati con visite a realtà produttive e museali legate ai temi dell’editoria libraria, della storia della stampa, della distribuzione e della commercializzazione dei libri.