Presentazione del corso

Il corso di studi in Comunicazione e media contemporanei per le industrie creative (classe L-20) fa parte del dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali.

Si tratta di un corso di laurea di primo livello la cui struttura vede dodici insegnamenti integrati (workshop) da esercitazioni obbligatorie (pari a 3 cfu per un totale di 36 ore), affiancati al tradizionale insegnamento curricolare, che ne costituiscono il controcanto applicativo e professionale.

 

La base culturale è costituita dal blocco degli insegnamenti generali (storia contemporanea, letteratura, sociologia dei processi culturali, informatica, linguistica generale, psicologia della comunicazione, lingua inglese, economia delle imprese culturali, filosofia del linguaggio, estetica, filosofia del linguaggio) a cui si aggiungono gli insegnamenti più specifici, abbinati alla pratica delle esercitazioni. Queste esercitazioni consentiranno allo studente di misurarsi con simulazioni di impresa creativa che sempre più caratterizzano molti settori delle arti, del cinema, del teatro, della musica, della grafica, dell’editoria, della televisione e dei nuovi media.

 

Agli insegnamenti più generali che costituiscono la base disciplinare della classe, il percorso formativo affianca una precisa linea di indagine e ricerca legata ai settori della cultura visuale, performativa e mediale. Altro elemento centrale per la formazione dello studente è rappresentato dai settori legati alla psicologia della comunicazione e all'economia e gestione delle aziende culturali, cui si affiancano percorsi innovativi quali quelli relativi al rapporto tra arti e neuroscienze cognitive, alla divulgazione della scienza come tema centrale per la comunicazione contemporanea e ai temi dell'interculturalità e del pluralismo istituzionale.

Depliant e video di presentazione