SOCIOLOGIA DEI PROCESSI CULTURALI E COMUNICATIVI

Docenti: 
Crediti: 
6
Sede: 
PARMA
Anno accademico di offerta: 
2020/2021
Responsabile della didattica: 
Settore scientifico disciplinare: 
SOCIOLOGIA DEI PROCESSI CULTURALI E COMUNICATIVI (SPS/08)
Semestre dell'insegnamento: 
Secondo Semestre
Lingua di insegnamento: 

Italiano

Obiettivi formativi

Al termine del corso ci si aspetta che studenti e studentesse siano in grado di:
- comprendere come la percezione del mondo e della realtà sia sempre mediata da processi cognitivi di codificazione e comunicazione culturale e sociale; di ricordare come le principali categorie linguistiche e concettuali con cui siamo soliti descrivere la complessa realtà contemporanea riproducano inevitabilmente mappe e frames culturalmente, socialmente e storicamente determinati; riconoscere e identificare possibili frames proposti nella quotidiana comunicazione sociale.
- di essere in grado applicare nozioni e strumenti appresi nell’analisi dei frames e delle mappe concettuali utilizzate socialmente.
- essere nelle condizioni di interpretare, valutare e criticare con autonomia, riflessività e rigore i frames emergenti nella comunicazione sociale e nella discussione pubblica.
- saper comunicare e confrontare le proprie idee ed opinioni in un dibattito pubblico, riconoscendo la complessità e la legittimità di diversi punti di vista, senza rinunciare al proprio.
- essere in grado di intervenire e partecipare con più consapevolezza e con più strumenti critici e riflessivi nel mondo della comunicazione e dei media contemporanei.

Prerequisiti

Il corso non richiede prerequisiti particolari.

Contenuti dell'insegnamento

Corso di Sociologia dei processi culturali e comunicativi (6 CFU)

Titolo del corso:
Il linguaggio del mondo contemporaneo. Categorie, frames e rappresentazioni sociali

Programma del corso:
Il corso si propone di analizzare il linguaggio con cui si pronuncia e si rappresenta il mondo contemporaneo. Nella prima parte si offrirà un’introduzione teorica sulla questione della cultura, delle rappresentazioni sociali e dell’importanza dei frame linguistici e cognitivi nella comprensione e nella codificazione della realtà. Nel prosieguo ogni lezione sarà dedicata ad una coppia di termini cruciali nella costruzione dell’immaginario contemporaneo: es. Genere/sesso, Sicurezza/insicurezza, Sviluppo/decrescita, Globalizzazione/localizzazione, Lavoro/precarietà, Democrazia/post-democrazia, Guerra/terrorismo.

Programma esteso

- Introduzione al corso: il modo in cui pronunciamo il mondo
- Cultura/civiltà
- Natura/umanità
- Genere/sesso
- Genere/violenza
- Sacro/profano
- Normalità/devianza
- Sicurezza/insicurezza
- Interesse/dono
- Sviluppo/decrescita
- Globalizzazione/localizzazione
- Lavoro/precarietà
- Democrazia/post-democrazia
- Identità/alterità
- Universalismo/pluriversalismo
- Guerra/terrorismo

Bibliografia

Manuale di riferimento del corso:
Marco Deriu, Il linguaggio del mondo contemporaneo. I concetti chiave attraverso cui interpretiamo e comunichiamo la realtà in cui viviamo, Edicta, Parma, 2018 (il volume sarà fornito gratuitamente agli studenti in formato PDF alla fine del corso).

Per chi avesse bisogno di un'introduzione generale alla sociologia si consiglia:
Laura Gherardi (a cura di), Scoprire la sociologia: teorie e temi essenziali, Pearson, Milano, 2021.

Sarà fornita un'ampia bibliografia sui temi trattati durante il corso in cui scegliere due testi per l'approfondimento d'esame.

Metodi didattici

Al momento si prevede che il corso sarà svolto a distanza in modalità sincrona. Ma se la situazione sanitaria lo permetterà il docente potrebbe adottare la modalità mista (dal vivo in aula e connessione streaming).
Il corso utilizza e integra diversi metodi didattici: lezioni frontali; lezioni dialettiche e interattive basate su sollecitazioni e momenti di discussione; visione, commento e discussione di filmati e documentari. Il corso prevede inoltre incontri seminariali con studiosi ed esperti del settore della sociologia della cultura e della comunicazione.

Modalità verifica apprendimento

La preparazione dell'esame sia per gli studenti frequentanti che per i non frequentanti si compone di un lavoro propedeutico generale ovvero la lettura del manuale di riferimento del corso (vd. Sezione “Testi di riferimento) e di un approfondimento tematico scritto (Tesina di approfondimento).

Per l'approfondimento tematico:
Gli studenti e le studentesse devono scegliere uno dei temi del corso (vd Bibliografia tematica del corso) e DUE testi ad esso relativi per condurre l’approfondimento personale. L’approfondimento tematico (Tesina di approfondimento) di 10 pagine circa (18.000-20.000 battute spazi compresi) andrà inviato via mail almeno tre giorni prima dell’appello a marco.deriu@unipr.it e sarà discusso oralmente nella data dell’appello. Esclusivamente per gli studenti frequentanti si possono concordare anche lavori di ricerca e approfondimento per piccoli gruppi (2-3 persone max.) purché nella tesina sia chiaramente indicato l’apporto individuale nella scrittura da parte di ciascun partecipante (la lunghezza delle tesine dev’essere relativamente proporzionale al numero di persone coinvolte).
La Tesina di approfondimento, che costituisce il fondamento dell'esame, sarà giudicata sulla base dei seguenti criteri:
-coerenza con gli argomenti del corso;
-originalità nel taglio di indagine proposto;
-capacità di approfondimento, di problematizzazione e di discussione critica della materia scelta;
-ampiezza e appropriatezza dei riferimenti bibliografici e documentali rispetto alla letteratura di approfondimento utilizzata e ai materiali del corso;
-capacità espositiva e qualità della scrittura.
L’esame consiste in una discussione interattiva attorno ai contenuti della tesina.

Si riterrà non sufficiente lo studente o la studentessa che non ha svolto la ricerca e l’approfondimento personale richiesto a partire dai due libri selezionati o che non dimostrerà un’adeguata comprensione della problematica analizzata o dei temi di fondo del corso. Si valuterà: sufficiente o discreto lo studente o la studentessa che avrà svolto diligentemente la ricerca e l’approfondimento personale e che si dimostra in grado di maneggiare con proprietà i concetti e i termini della disciplina; discreto o buono chi nella trattazione e nella discussione mostrerà una maggior capacità di elaborazione e analisi critica; molto buono o ottimo chi avrà esplorato la materia in maniera più approfondita ed autonoma, ad esempio consultando edizioni critiche o operando confronti su singole edizioni di testi o differenti criteri di edizione. I voti saranno espressi in trentesimi. Il voto viene comunicato al termine della prova stessa.

Altre informazioni

La bibliografia tematica per l'approfondimento e i materiali del corso potranno essere scaricati dalla piattaforma Elly, entrando nel sito del corso di “Sociologia dei processi culturali e comunicativi: http://elly2020.dusic.unipr.it